Biologico

Introduzione

L'agricoltura biologica, è un metodo di coltivazione che ha come obiettivo il rispetto dell'ambiente e degli equilibri naturali, della salute dell'operatore e del consumatore.
Nell'agricoltura biologica infatti non si utilizzano, se non in limitatissime situazioni, né antiparassitari né concimi di sintesi chimica e l'azienda agricola viene vista come un agro-eco-sistema, nel quale l'attività agricola ad opera dell'uomo si inserisce in un contesto ambientale naturale, cercando di conservarne il più possibile le caratteristiche.

Le pratiche agricole biologiche generalmente prevedono:
- La rotazione delle colture per un uso efficiente delle risorse del terreno;
- Limiti molto ristretti nell'utilizzo di pesticidi e fertilizzanti sintetici, antibiotici nell'allevamento degli animali, additivi negli alimenti e coadiuvanti ed altri fattori produttivi;
- Il divieto dell'uso di organismi geneticamente modificati (OGM);
- L'uso efficace delle risorse del luogo(ad esempio l'utilizzo del letame per fertilizzare la terra o la coltivazione dei foraggi per il bestiame all'interno dell'azienda agricola);
- La scelta di piante ad animali che resistono alle malattie e si adattano alle condizioni del luogo;
- L'allevamento degli animali liberi, all'aperto e nutrendoli con foraggio biologico;
- L'utilizzazione di pratiche di allevamento appropriate per le differenti specie di bestiame.

L'utilizzo nell'agricoltura biologica di pratiche agronomiche quali la coltivazione di diverse specie su una stessa area di suolo, la rotazione delle colture e l'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno (sovescio) favorisce inoltre anche la biodiversità e permette al terreno, con l'aggiunta di sostanza organica, di arricchirsi a sua volta di microrganismi e forme viventi di diverso tipo.

Normativa

Riconoscimento

Controllo

Etichettatura

Finanziamenti e contributi

Promozione e informazione

Prodotti

Attendere il caricamento dei dati in corso